COME DIMAGRIRE. ASPETTI MOTORI

Nutrizione, Fisioterapia, Sport, Personal Trainer, Recupero Funzionale ed Estetica sono le specializzazioni e gli argomenti di cui tratta il Dr Vito Traversa.

COME DIMAGRIRE. ASPETTI MOTORI

Fare attività motoria nella fase del dimagrimento e durante tutto il percorso della nostra vita diventa un aspetto fondamentale da non sottovalutare. Questo concetto lo ribadisco sempre ai miei pazienti in quanto movimento, igiene alimentare e psicologica vanno tutti di pari passo.

Ma da dove incominciare?

Di certo l’attività motoria che intendo io non è quella che vi propongono nelle diverse palestre iniziando cicli massacranti di minuti e minuti di Tapis, ellittica e altro tipo di cardio creativo.

Andiamo per gradi. Il movimento è una regola fondamentale di vita e della materia, nulla potrebbe esistere se non vi fosse del moto fra le molecole, essa esiste in quanto il movimento degli elettroni intorno all’atomo , permette di produrre energia per mantenere in vita il sistema , lo stesso dicasi per le molecole, i tessuti, i pianeti e persino per la materia inerte, rigida che a noi sembra non vivente.

Il Moto

Il movimento è fonte di vita , il nostro corpo è sottoposto alle stesse leggi della fisica, per poter esistere e al più a lungo possibile deve attuare le regole fondamentali che rispettano i principi sopraenunciati, cioè muoversi. Il movimento, nel nostro corpo permette di mantenere attive tutte le funzioni, giovani e forti e soprattuto di regolarizzare il flusso ormonale degli organi. Una vita sedentaria crea degli scompensi a tal punto che i meccanismi di trofismo cellulare rallentino fino ad arrivare alla Atrofia e a una predisposizione ad ammalarsi con maggiore facilità accumulando peso e atonia.

CLICCA QUI PER VEDERE IL VIDEO

PRESERVARE, PREVENIRE

Una delle prime funzioni che vengono colpite dalla sedentarietà sono quelle digestive. In particolare l’intestino. Esso oltre a regolare i processi di assorbimento e d eliminazione delle sostanze nutritive, lo si può considerare il nostro secondo cervello. Ci sono degli studi che stanno dimostrando come dei continui feedback fra cervello e intestino possano condizionare sia l’aspetto psicologico che quello funzionale della persona. Pertanto un buono stato di funzionamento di questo apparato potrà avere un’influenza positva sullo stato di salute psicologica ed organica dei diversi apparati correlati.

COME AVER CURA DELL’INTESTINO

Prendersi cura dell’intestino significa prendersi cura di tutto il corpo. Esso è fondamentalmente un laboratorio Biochimico dove si assorbono le sostanze che servono al nostro sostentamento ma anche all’eliminazione di quelle che hanno subito una trasformazione e che non servono all’organismo. Pertanto Cibo e Attività Motoria sono i due meccanismi da osservare. La Nutrizione deve essere il più ordinata possibile e di qualità, Cioè selezionate cibi ricchi in Fibre e soprattutto che abbiano subito meno trattamenti e raffinazioni possibili. Una delle sostanze naturali di interesse che stiamo studiando e che si riscontrano in particolari grani sono i Fruttani. E’ stato visto che queste sostanze contenute in quantità superiore nel grano Monococco risulta avere la funzione di Prebiotico per l’intestino, cioè, di Nutrimento naturale per la Flora Intestinale buona permettendole di essere sempre più efficiente e attiva migliorando così gli scambi fra intestino e sistema Linfatico. Motivo per il quale ho incominciato, vista l’importanza dell’intestino per il nostro buon stato di salute, a sperimentare con i grani antichi. Ho potuto notare come l’efficienza organica, metabolica delle persone potesse migliorare aumentando l’introito di questi alimenti facilmente degradabili e di sostegno per il nostro organismo. Ho realizzato così delle combinazioni alimentare che fossero ricche di fruttani realizzando la Pasta Linea Piu e il GoldLife che è un macinato solubile di Frutta, erbe e grani antichi il cui scopo fosse di riequilibrare, preservare l’organismo ristabilendo le funzionalità organiche, importanti sia nella fase di dimagrimento coadiuvando nel calo del peso, che nella vita normale della persona.

L’altro aspetto per il buon funzionamento dell’intestino è il movimento, perchè questi, consente di mantenere attive le peristalsi, le contrazioni intestinali che facilitano il transito del materiale organico sia da assorbire che da espellere, e sia per la vascolarizzazione importante per il suo buon stato di salute e del metabolismo.

Quindi avere cura di se significa introdurre una dose di attività motoria che non necessariamente debba essere frenetica ma semplicemente anche una buona camminata di 40-50 minuti che possa essere effettuata alternativamente 5 minuti a passo normale, 5 minuti a passo veloce e così via.



A CHI AFFIDARSI

L’ottica deve essere quella di saper incrociare di variabili fondamentali del nostro Equilibrio e che in alcuni casi vadano controllati e monitorati da personale specializzate.

Ci sono persone che non riescono a buttar giù una grammomole di adipe, pertanto l’approccio verso determinati parametri deve essere di natura prettamente specialistica. Monitorando attraverso un metabolimetro e con indagini di laboratorio si può risalire alle cause del sovrappeso stabilendo l’approccio più performante da intraprendere.

Motivo per il quale fidatevi di chi realmente si avvicina al vostro problema con scrupolo e tecnica e non con bibitoni e attività freneriche quasi agonistiche. La salute è un bene prezioso da non lasciare in mano a coloro che apparentemente hanno costruito chili e chili di massa muscolare. Ciò non vuol dire Salute e Benessere.

Per qualunque informazione o consulenza compila il form e ti ricontatterò

Alla prossima….



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

RSS
Follow by Email
Facebook
Facebook
YouTube
LinkedIn